Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

Intervista ad Alessandro Cruciani, mister degli Allievi

Pubblicato in Settore Giovanile - Mercoledì 10 Agosto 2016

Direttamente dalla Capitale, Alessandro Cruciani sarà lei quest’anno il mister degli Allievi giallorossi.

Sono stato scelto per questa bellissima avventura. Ringrazio la società ed ogni suo componente per avermi dato la possibilità di lavorare in una splendida città come Messina, storica e con un passato importante nel calcio”.

Cosa può dare Mister Cruciani ad una piazza come Messina, dal grande passato e dal caloroso tifo?

Io vengo a Messina per fare bene, valorizzare i ragazzi che alleno sia per il progetto dell’ACR ma anche per le future società che saranno interessate ai giovani del Messina. Metterò tutto me stesso”.

Prossima settimana inizierà il ritiro pre-campionato. Cosa cercherà di insegnare ai ragazzi che quest’anno indosseranno la maglia giallorossa, magari per la prima volta come lei del resto?

Io insegnerò tutto, dalla teoria alla pratica. Non posso permettere che un giorno i miei ragazzi in campo dicano “io non lo sapevo”. Sarà un lavoro a 360 gradi, dalla teoria alle motivazioni. Una volta esisteva la strada che di per sé in ambito calcistico faceva una sorte di selezione quindi i giovani erano in parte “forgiati”. Adesso il mondo è molto “social”, ed è quindi importante trovare le giuste motivazioni per fare bene”.

Che campionato ci dobbiamo aspettare quest’anno?

Quando affronto un campionato voglio arrivare in cima e vincere. Quanto meno l’obiettivo di quest’anno sono le final eight”.

È giusto pensare in grande e quindi ai giovani “fuori sede”. Ma quanto è importante secondo lei avere in rosa elementi che hanno vissuto e vivono ogni giorno la città di Messina non solo in ambito calcistico?

Il territorio è molto importante, e quindi avere in rosa elementi del territorio. Quest’anno il Messina pensa in grande, e sta facendo una selezione di quello che è il miglior materiale umano. Ci saranno certamente in rosa elementi di Messina”.

Obiettivo di quest’anno è dare continuità al lavoro svolto negli anni precedenti o stravolgerlo in meglio?

Non sta a me giudicare ciò che è stato fatto negli anni precedenti, che sicuramente sarà stato fatto bene. Dare continuità al passato, ma migliorare. Raggiunto il piccolo obiettivo delle final eight, vorrà dire che abbiamo fatto un buon campionato e un buon lavoro”.